La ripresa della sessualità nel post partum

Per molte coppie la ripresa della sessualità nel post partum non avviene in modo immediato e naturale. L’arrivo di un bambino è uno di quegli eventi che provoca una rottura dell’equilibrio di coppia, causando cambiamenti importanti dal punto di vista relazionale, ma anche per quanto riguarda l’organizzazione e la gestione del tempo.
I motivi per cui risulta difficile riprendere la sessualità possono essere sia di natura fisica che psicologica. Ad esempio, se c’è stato un parto difficile, fastidi e dolori possono ritardare ulteriormente la ripresa della sessualità; altri fattori, dal punto di vista femminile, riguardano: l’allattamento, la trasformazione del corpo, il sonno e la stanchezza, il tono dell’umore instabile, il piacere del contatto corporeo con il bambino che non lascia spazio al desiderio sessuale. Per quanto riguarda l’uomo, invece, la resistenza a riprendere la sessualità può derivare dal cambiamento dei ruoli all’interno della coppia (da amanti a genitori), l’accettazione passiva del rifiuto sessuale, il bisogno di proteggere la diade madre-bambino, la stanchezza.
Nelle prime settimane un calo del desiderio può essere fisiologico, ma è importante che la coppia impari a ricreare l’intimità di un tempo, ritagliandosi degli spazi per fare cose dedicate al piacere e a ristabilire quel contatto che esisteva prima dell’arrivo del nascituro.
Per facilitare questo processo risulta importante proteggere le abitudini di coppia durante e dopo la gravidanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...